PISTOIASETTE

Eccellenza: è il Ponte Buggianese il più forte della Valdinievole

  • SPORT
  • 16:21, 12/11/23
  • di Gianmarco Cherubini

Il derby della Valdinievole parla dunque pontigiano: per la prima volta dopo oltre mezzo secolo il Ponte Buggianese espugna Montecatini. I biancorossi di mister Enrico Gutili si aggiudicano l’anticipo del sabato di Eccellenza in quello che era l’appuntamento più atteso della loro stagione: passati in vantaggio grazie a Granucci, e questo risulterà il goal vittoria, hanno saputo contenere con grande mestiere gli assalti di un Montecatini mai domo portandosi a casa una vittoria che i tanti venuti in trasferta difficilmente dimenticheranno. Per quanto riguarda i padroni di casa è forse mancato qualcosa in fase offensiva per evitare la sconfitta, ma la prova è stata comunque buona: c’è tanto da imparare da questa partita per i ragazzi di mister Tocchini in vista della continuazione di questo campionato di Eccellenza che si prospetta lunghissimo.

CRONACA

Come ci si augurava c’è molto pubblico allo stadio Mariotti ad assistere ad un derby così atteso: peccato solo per la mancanza degli ultras casalinghi, che hanno disertato a sorpresa l’evento. Nei primi 20 minuti il match è molto bloccato: l’intensità non è bassa, ma per ora non ci sono né spazi né idee. A parte qualche tiro sbilenco dei termali e un paio di azioni inconcludenti del Ponte Buggianese non c’è niente di rilevante da registrare. Va detto che, piuttosto che con gli avversari, ogni uomo in campo deve fare i conti soprattutto col manto erboso che è gravemente appesantito dal meteo avverso di questi giorni. Insomma, l’equilibrio tipico dei derby regna sovrano, ma non può durare a lungo: l’episodio che accende la partita è un calcio di rigore per gli Aironi conquistato dopo alcuni batti e ribatti da Gersi Bibaj: lo stesso numero 10 si presenta sul dischetto, ma nello stupore generale calcia a sinistra del palo; saranno state proprio le condizioni del terreno di gioco a farlo sbagliare? L’errore purtroppo per lui resta e i suoi compagni lo pagheranno caro, perché al minuto 26 i calciatori biancorossi entrano tutti in campo a festeggiare il preziosissimo goal del vantaggio: sul tabellino dei marcatori ci va Granucci, abile a prendere bene il tempo alla difesa ospite ed a coordinarsi davanti al portiere spiazzandolo con un tocco leggerissimo. Passa poco tempo e c’è un’occasione per il 2-0 per mano di Nardi: i padroni di casa non sanno come reagire al momento verso questo possibile doppio perfido colpo; infatti se prima dialogavano molto bene e contenevano il Ponte con sicurezza, ora si fanno superare troppe volte sulle fasce e a centrocampo. Prima di andare negli spogliatoi per l’intervallo i biancoazzurri si spingono in attacco con tenacia ma invano. Il Montecatini dovrà fare molto di più nella ripresa, non perché stia facendo una brutta prova, ma perchè la solidità difensiva è un marchio di fabbrica del Ponte e si vede. Subito due mezze palle-goal, una per parte, a inizio secondo tempo; segue una girata a lato del generosissimo Ba. L’assalto dell’undici di Leonardo Tocchini si fa più insistente: ora il pareggio sembra vicino, di contro però i biancorossi hanno più spazi aperti in contropiede e proprio su una di queste ripartenze per poco non conquistano un rigore. Dall’altra parte Ba in acrobazia sfiora l’incrocio dei pali: il centravanti locale è chiuso come un leone in gabbia dalla retroguardia pontigiana. Il pronostico è incertissimo e la tensione si fa sentire sia in campo che in tribuna quando arriviamo alle fasi finali di gioco: gli ospiti, indemoniati nel pressing, vanno a pochi centimetri dal raddoppio con una punizione tesa bassa di Nardi; la loro posizione si fa però clamorosamente traballante quando a 9 minuti dalla fine il secondo giallo a Giannini li lascia in inferiorità numerica. Il Montecatini però non ne approfitta: aldilà della stanchezza gli Aironi non mostrano un brutto calcio, ma c’è effettivamente qualcosa che non convince tra i tanti dribbling sbagliati ed i cross non riusciti. Si arriva alla risoluzione dei conti ed al 94’ ecco forse la palla buona per i locali, ma i tiri alla disperata da buona posizione sono ribattuti ben tre volte: i ragazzi di Enrico Gutili esultano ancora più fragorosamente di quando avevano realizzato il goal e dopo la punizione finale di Rosati la scena si ripete perché arriva il fischio finale a sancire il verdetto.

TABELLINO

VALDINIEVOLE MONTECATINI – PONTE BUGGIANESE 0-1 (0-1)

VALDINIEVOLE MONTECATINI: Citti, Coselli (71’ Marseglia), Lucchesi, Veraldi, Fedi (89’ Calabretta), Torracchi (53’ Anut), Dingozi (66’ Rosati), Alessiani, Ba, Bibaj Gersi, Bacci (75’ Bibaj Gerti). A disposizione: Cortopassi, Lici, Cortesi, Giulianelli. Allenatore: Leonardo Tocchini

PONTE BUGGIANESE: Rizzato, Chiti (59’ Ferrari), Martinelli, Zocco, Palmese, Belluomini, Pievani (81’ Gianotti), Giannini, Granucci, Nardi, Gargani (73’ Seghi). A disposizione: Belli, Passaretta, Birindelli, Ceccarelli, Sabia, Zani. Allenatore: Enrico Gutili

Marcatori: 26’ Granucci (P)

Arbitro: signor Niccolò Rinaldi, sez. di Empoli (assistenti: Barretta – Gallà)

Note: al 20’ calcio di rigore sbagliato da Bibaj Gersi (M), al 81’ Giannini (P) viene espulso per somma di ammonizioni

INTERVISTE

Leonardo Tocchini (allenatore Montecatini): “La partita è stata molto equilibrata, loro però sono andati in vantaggio sulla loro unica occasione che era in realtà nata da un errore nostro, a quel punto si sono chiusi dietro e lo sanno fare benissimo. Magari con la giusta zampata avremmo pareggiato e invece non ci siamo riusciti, però sono con tanto della prova perché i ragazzi ci hanno provato sempre a costruire gioco e a far loro male: è stato però durissimo trovare occasioni lucide, rigore a parte. Direi che non vanno cercati troppi alibi tra il campo o gli infortuni, io parlerei di una partita decisa dagli episodi: se avessimo segnato il rigore forse saremmo stati noi a sfruttare le ripartenze e difendere il vantaggio, invece abbiamo preso goal poco dopo su una palla di nostro possesso e da lì in poi abbiamo trovato poco spazio per il nostro gioco. Forse loro sono più squadra di noi, hanno una bella organizzazione, una difesa rocciosa e sono più abituati a giocare queste partite essendo in questa categoria da un anno in più rispetto a noi”.

Enrico Gutili: (allenatore Ponte Buggianese): “E’ un esame di maturità? Sì, soprattutto per come si è sviluppata la partita: è vero che siamo partiti col rigore sbagliato dal Montecatini, che secondo me era generoso, ma la squadra, che non si è mai disunita, ha provato a fare sempre quello che era il nostro piano partita. Granucci è in un momento in cui in certe situazioni è immarcabile, ha trovato un goal di furbizia; poi siamo stati bravi a difenderci ordinati con le unghie e con i denti. Loro hanno messo in campo tutta la loro batteria offensiva, ma Rizzato di grosse parate non ne ha fatte. Abbiamo unito l’utile al dilettevole, abbiamo punto quando c’era da pungere: sono molto soddisfatto della prova e della vittoria che ci dà tanto morale e tanta fiducia per il proseguo del campionato. L’avevamo studiata così: togliere la profondità al Montecatini; ci siamo riusciti. Dopo l’espulsione ci siamo abbassati molto, ma anche lì non abbiamo perso le distanze. Di sicuro la classifica è più bella da vedere ora, ma noi dobbiamo concentrarci sul lavorare settimana dopo settimana per tirare il meglio dai ragazzi ed avere più prestazioni di rilievo come questa”.

Gianmarco Cherubini
Gianmarco Cherubini

SPONSOR

In evidenza

Eccellenza: è il Ponte Buggianese il più forte della Valdinievole
Eccellenza: è il Ponte Buggianese il più forte della Valdinievole