PISTOIASETTE

Roberta Bruzzone la nota criminologa in "Favole da incubo"

Venerdì 5 aprile ore 21.00 al Teatro Verdi di Montecatini nello spettacolo tratto dal libro omonimo la psicologa forense illustra cause ed effetti della manipolazione affettiva mortale, perché dalla consapevolezza deriva la rinascita

Un viaggio all’interno del narcisismo maligno, ma anche un viaggio nella rinascita, perché dalla consapevolezza deriva il risveglio psicologico emotivo, Favole da incubo è uno spettacolo dal ritmo incalzante che parte da fatti realmente accaduti raccontati sotto forma di favola noir dalla criminologa Roberta Bruzzone (tratto dal libro omonimo scritto a quattro mani insieme a Emanuela Valente).
Dieci casi di cronaca nera tra i più sconvolgenti degli ultimi anni. La criminologa salita alla ribalta per le sue consulenze su casi come Avetrana e la strage di Erba, offre un'analisi lucida e necessaria degli stereotipi di genere, che hanno provocato queste tragedie annunciate, per sconfiggerli una volta per tutte.
Gli sterotipi di genere non sono affatto "innocui", come molti sembrano considerarli. Attraverso la ricostruzione di dieci casi di femminicidio tra i più sconvolgenti degli ultimi anni, Roberta Bruzzone analizza i principali preconcetti culturali e sociali che hanno operato in queste vicende inconcepibili, eppure reali. Stereotipi, pregiudizi e tabù a cui hanno obbedito un po' tutti: le vittime, gli assassini, l'opinione pubblica e perfino i media che ne hanno parlato. Il quadro che ne emerge non è consolatorio: le idee sessiste sono ancora molto radicate, in ognuno di noi, senza distinzioni di condizione economica e culturale. Favole da incubo intende aiutarci a prendere coscienza di quelle voci che parlano dentro di noi, spingendoci ancora, nostro malgrado, a fare distinzioni di genere nella vita di ogni giorno. Perché la presa di coscienza è il primo, necessario passo per cominciare a scardinare questi schemi mentali e fare in modo che crimini tanto orribili non trovino più un terreno in cui mettere radici, crescere e riprodursi.

Roberta Bruzzone psicologa forense, è divenuta nota principalmente per il suo coinvolgimento nelle indagini sul delitto di Avetrana e la strage di Erba tra gli altri. Oltre a presenziare come ospite in programmi televisivi, Roberta Bruzzone è autrice e conduttrice di trasmissioni come Donne mortali, andata in onda per tre edizioni sull'emittente Real Time. Dal 2017 è opinionista del programma di varietà Ballando con le stelle. Nel 2022 interpreta se stessa nel film (Im)perfetti criminali.

redazione

SPONSOR

In evidenza

Roberta Bruzzone la nota criminologa in
Roberta Bruzzone la nota criminologa in